Algoritmo Google

L’algoritmo di Google, attualmente chiamato Hummingbird (ex Caffeine), nato il 26 Settembre 2013, non è nient altro che un algoritmo di analisi che assegna un peso ad ogni fattore rilevante (circa 200 con 10.000  variazioni degli stessi) per determinare il posizionamento di ogni singola pagina internet sul web.

L’algoritmo di Google è formato da varie parti essenziali per il il corretto funzionamento dello stesso tra cui l’algoritmo Panda, l’algoritmo Penguin, l’algoritmo Payday Loan, l’algoritmo Pigeon, l’algoritmo Top Heavy, l’algoritmo Mobile-Friendly, l’algoritmo Pagerank e l’ultimo arrivato l’algoritmo RankBrain.

Google Broad core Algorithm update (Medic Update)

Google Broad core Algorithm update (Medic Update)

Google aggiorna il suo algoritmo base con l’aggiornamento chiamato “Broad core Algorithm update” condizionando la maggior parte delle SERP in particolar modo quelle dei siti definiti come YMYL (acronimo di Your Money, Your Life) e cioè siti che impattano sulla felicità, salute, stabilItà finanziaria e sicurezza degli utenti.Il settore principalmente colpito sembra essere quello medico, tanto da far considerare questo aggiornamento come il “Medic Update” di Google.

Aggiornamento al core dell’algoritmo di Google

Con il nuovo aggiornamento al core…

Share on LinkedInShare on Google+Share on FacebookTweet about this on Twitter

Indicizzazione e posizionamento Google mobile-first

Indicizzazione e posizionamento Google mobile-first

Google ha annunciato dopo un anno e mezzo di attenta sperimentazione e test, la migrazione dei siti che seguono le best practice per l’indicizzazione mobile-first.

Per ricapitolare, i  sistemi di scansione di Google, indicizzazione e posizionamento, hanno in genere utilizzato la versione desktop del contenuto di una pagina, che potrebbe però causare problemi agli utenti di ricerca mobile quando tale versione è molto diversa dalla versione mobile. L’indicizzazione mobile-first significa che Google utilizzerà la versione mobile della pagina per…

Share on LinkedInShare on Google+Share on FacebookTweet about this on Twitter

La velocità di caricamento di un sito web influenzerà il posizionamento su Google

La velocità di caricamento di un sito web influenzerà il posizionamento su Google

“Speed ​​Update” aumenterà il posizionamento dei siti che caricano veloci sul mobile

Dopo aver facilitato negli anni il posizionamento di siti mobile-friendly nelle sue SERP, Google ha annunciato che a partire da luglio 2018 la velocità di caricamento di una pagina su mobile diventerà ufficialmente un fattore rilevante per il ranking di questi siti nei risultati delle ricerche effettuate su dispositivi mobili.

Lo Speed Update, come la stessa Google ha chiamato questo aggiornamento dell’algoritmo, avrebbe l’obiettivo di migliorare l’esperienza…

Share on LinkedInShare on Google+Share on FacebookTweet about this on Twitter

Google – Video chiarimenti per webmaster e SEO

Google – Video chiarimenti per webmaster e SEO

Google presenta nuovi video per rispondere alle domande per webmaster e SEO che spesso vengono rivolte sul Forum di assistenza di Webmaster Central.

A partire dagli errori 404,  funzionamento della scansione, la struttura URL di un sito, duplicazione dei contenuti, h1 multipli ecc…

Risponde John Mueller, analista Google a Zurigo e Svizzera, un trend per i webmaster e seo

Il primo video è di presentazione, vediamo gli altri video di cosa trattano:

La regola del crawl-delay nel robots è…

Share on LinkedInShare on Google+Share on FacebookTweet about this on Twitter

UX il futuro della SEO?

UX il futuro della SEO?

Cosa è la UX (User experience)

Come definizione, su wikipedia la User experience (design) o UX è l’esperienza d’uso dell’utente cioè si intende ciò che una persona prova quando utilizza un prodotto, un sistema o un servizio.

Come la UX  influisce sulla SEO e quindi sul posizionamento di un sito web? La vecchia SEO

Rispetto a qualche anno fa quando per l’ottimizzazione SEO bastavano alcune tecniche per favorire il posizionamento delle parole chiave come il title, meta tag, hn…

Share on LinkedInShare on Google+Share on FacebookTweet about this on Twitter

Algoritmo Google – Penguin 4.0

Algoritmo Google – Penguin 4.0

Penguin 4.0 è stato rilasciato, ecco cosa c’è da sapere

Dopo quasi due anni, c’è stato a breve un importante aggiornamento dell’algoritmo di Google

Google ha infatti  rilasciato Penguin 4.0, l’aggiornamento dell’ algoritmo Penguin famoso “antispam”, parte dell’algoritmo completo Hummingbird.

Google ha anche rilasciato una dichiarazione dicendo che questo sarà l’ultimo aggiornamento del suo genere.

Update in tempo reale con l’algoritmo Penguin 4.0

Grazie all’aggiornamento  Penguin 4.0, Google è ora in grado di operare con il suo algoritmo di ricerca di base…

Share on LinkedInShare on Google+Share on FacebookTweet about this on Twitter

Google RankBrain, posizionamento in base all’intelligenza artificiale?

Google RankBrain, posizionamento in base all’intelligenza artificiale?

Google RankBrain

Google attiva RankBrain rilasciato all’inizio del 2015, e ad oggi completamente attivo, è l’equivalente del sistema di machine learning by Microsoft per BING denominato RankNet.

Casa è RankBrain?

RankBrain è un  sistema di intelligenza artificiale di apprendimento automatico, parte del nuovo algoritmo globale di ricerca di Google Hummingbird  che aiuterà Google nel processo di riconoscimento dei contenuti e keywords e posizionamento dei risultati di ricerca.

Come funziona RankBrain?

RankBrain consiste in un sistema di intelligenza artificiale di…

Share on LinkedInShare on Google+Share on FacebookTweet about this on Twitter

Hummingbird – L’algoritmo di ricerca di Google

Hummingbird – L’algoritmo di ricerca di Google

Cos’è Hummingbird

Hummingbird - L'algoritmo di ricerca di GoogleHummingbird  è l’attuale algoritmo completo di Google, che include varie parti di algoritmo come Panda, Penguin e Payday Loan (nati per contrastare lo spam), Pigeon (nato per differenziare le ricerche locali per renderle maggiormente pertinenti con le query degli utenti), Top Heavy (ideato per penalizzare pagine con troppi adv e banner) o Mobile-Friendly (pensato per migliorare il…

Share on LinkedInShare on Google+Share on FacebookTweet about this on Twitter